Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /home/route/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Il fascino dell'eremo - Route Planner Travel

Il fascino dell’eremo

14 gennaio 2016

Riscoprite la semplicità e godetevi la quiete di un monastero: in alcuni potrete pernottare, in altri addirittura bere birra.

Il famoso Taktshang Goemba, ovvero il Nido della Tigre, in Bhutan, fu costruito nel punto in cui Guru Rinpoche – una delle figure più amate del paese – sarebbe giunto, secondo la leggenda, un groppa a una consorte che aveva trasformato in una tigre volante. Prima di passare tre mesi in una grotta, in meditazione, avrebbe anche ucciso un pericoloso demone.

 

Non ci sono però tigre volanti ad attendervi, solo una passeggiata di un paio di ore lungo un bel sentiero, o un’escursione di due giorni lungo le frastagliate vette dei dintorni, condotta in parte lungo un tracciato utilizzato dai mercanti e che continua poi verso il Tibet. Il percorso attraversa foreste nebulose ammantate di muschio, nelle quali i forti venti hanno piegato i tronchi degli alberi e le aquile si librano nel cielo azzurro. Pernotterete in tende predisposte dall’Hotel Uma Paro su un altopiano prima di partire per il monastero alle prime luci dell’alba.

 

Quando arriverete, un edificio scintillante con pinnacoli dorati, mura imbiancate a calce e una posizione a dir poco precaria vi si parerà davanti. Dal sentiero su cui i visitatori si raccolgono per ammirare la vista in un silenzio stupefatto. partono delle corde su cui sono appese bandiere di preghiera multicolori, e quelle corde sono tese lungo la profonda gola fino a raggiungere il goemba. E’ una vista che non dimenticherete mai. Per fortuna, il Nido della Tigre non è l’unico convento dove non è necessario essere religiosi per godere della magia del luogo.

 ABBAZIA DI NOSTRO SIGNORE DI ST. SIXTUS, BELGIO

I monaci trappisti di questo eremo producono l’ottima Westvleteren 12, una birra rinomatissima, prodotta solo presso l’abbazia. Il che non impedisce di cercarla nelle birrerie che le rivendono.

 SANTUARI DE SANT SALVADOR, MAIORCA

Sull’isola di Maiorca ci sono una decina di monasteri che offrono alloggio. Uno dei più belli è il Santuari de Sant Salvador, situato su un colle poco fuori Felanit, nell’area sudorientale dell’isola. Buon vitto e solitudine.

 MONASTERO FI KOPAN, NEPAL

Kopan, vicino Kathmandu, è uno dei luoghi migliori dell’Himalaya per apprendere le basi della meditazione e del buddismo tibetano. Vi si tengono corsi da una settimana a un mese, a novembre. Namaste!

 SAN GIORGIO MAGGIORE, ITALIA

Venezia non è nota per la sua tranquillità, che abbonda però in questo monastero benedettino del XVI secolo. La sistemazione è spartana, ma in quanti hotel troverete un Tintoretto originale? Dalla torre campanaria si godono bellissime vedute della Basilica di San Marco.

 

Fonte: “Si vive una volta sola” Lonely Planet, Edt