Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /home/route/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
Non solo Rio - Route Planner Travel

Non solo Rio

11 febbraio 2016

Lasciate le inibizioni in aeroporto e immergetevi nel cuore della vostra meta: imparate a lasciarvi andare festeggiando senza freni.

Se volete godervi l’autentico spirito del Carnevale a Olinda, cittadina del Brasilr notd-orientale non cercate di resistere alla corrente: lasciatevi travolgere. Non aspettatevi di trovare qui le transenne ordinate, il controllo dei biglietti e gli spalti su cui si accomodano gli spettatori che caratterizzano il Carnevale di Rio. A Olinda non ci sono spettatori; qui tutti, gente comune, partecipanti alle varie processioni, musicisti, festaioli impenitenti si riversano in massa nelle strette viuzze acciottolate. Se siete qui a festeggiarlo, siete voi il Carnevale.

Siate irresponsabili. Ballate. Non dormite. Trovate i vostri amici e perdeteli nella calca. Arrendetevi al ritmo insistente, farsesco ce vi farà sgambettare impazziti. Ballate riparandovi la testa dal sole cocente con l’ombrello multicolore simbolo della regione. E smettetela di chiedervi come quell’affare vi sia finito in mano.

Assaporate le sensazioni. Accogliete un estraneo tra le braccia. Non sarà sofisticato ma il Carnevale di Olinda è felicità pura.

 

– CARNEVALE DI LAZARIM, PORTOGALLO

metà febbraio
Celebrazione dalle origine pagane, è caratterizzata da maschere di legno dai tratti macabri scolpite a mano, tra cui abbondano teschi e corna demoniache. Baraonda in puro stile medievale, deliziosamente inquietante.

– JUNKANOO, BAHAMAS

26 dicembre – 6 gennaio
Questa baraonda bahamiana nasce dai festeggiamenti natalizzi di epoca coloniale. La popolazione si riversa nelle strade, abbigliata con costumi variopinti e copricapi piumati vistosissimi. Dopo la mezza di mezzanotte, i musicisti impazziscono cib tamburi di pelle di capra, campanacci e fischietti, trasformando la città in un pandemonio.

– ATI-ATIHAN, FILIPPINE

fine gennaio
Questo baccanale in onore di Gesù Bambino, si tiene a Kalibo, in un idilliaco arcipelago ad appena un’ora di volo da Manila. Tra danze tribali e folcloristiche, cortei di uomini e donne con le facce dipinte, arriverete all’ultimo giorno, una liberatoria maratona di dante scatenate a lune di torcia.

– BON ON TUK, CAMBOGIA

di solito a novembre
Quando il fiume Tonle Sap inverte il suo corso, la Cambogia sa che p giunto il momento di festeggiare. Questo avvenimento idrico fuori dal comune, coincide con la luna piena buddista. La festa prevede tre giorni di fuochi di artificio, banchetti e gare di imbarcazioni a forma di drago. I più scatenati sono a Phnom Penh.

 

Fonte: “Si vive una volta sola” Lonely Planet, EDT