Sipadan, Malesia: un’opera d’arte incontaminata

01 luglio 2017

Come Jacques Cousteau ti sentirai un esploratore tra i fondali dell’Isola di Sipadan

Stessa ambientazione del lontano 1988, quando il Comandante Jacques Cousteau stava navigando le acque del Borneo. Come la sua nave, ti incaglierai dolcemente tra le spiagge dell’Isola di Sipadan. Nei tuoi occhi lo stesso stupore che si lesse in quelli dell’esploratore quando, durante una delle sue tante immersioni, vide uscire da un anfratto della roccia una graziosa tartaruga…Quasi nulla è cambiato da allora, ciò che sperimenterai in queste profondità avrà dell’incredibile.

Un fondale tra i più ricchi al mondo, fatto di biodiversità e ricchezze, con un’elevazione marina singolare ed unica che sprofonda in un cono vulcanico. Nuoterai tra centinaia di specie marine di pesci e di coralli colorati in un ecosistema perfetto mantenuto intatto dalle amorevoli cure di chi abita questi luoghi. Vedrai meraviglie della natura tutte intorno a te in questo sensazionale parco marino sotto l’acqua. Capirai il perché, 45 anni prima, l’esploratore dichiarò quest’isola un’opera d’arte incontaminata.


TRAVEL STORIES

SINGAPORE E MALESIA

 

TRAVE4PASSION