Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /home/route/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
I luoghi più gay-friendly del pianeta - Route Planner Travel

I luoghi più gay-friendly del pianeta

28 March 2015

I paesi che garantiscono pari diritti alle coppie dello stesso sesso sono sempre più in aumento. Dalla Danimarca agli Stati Uniti, ecco le dieci destinazioni più liberali e senza pregiudizi nei confronti dei viaggiatori appartenenti alla comunità LGBT.

 

1. Copenaghen, Danimarca
La Danimarca ha fatto la storia nel 1998, quando è diventata la prima nazione al mondo a riconoscere le unioni omosessuali. E il cuore della Danimarca è la sua capitale dalla bellezza informale e le vie acciottolate: Copenaghen. Una delle comunità più aperte e tolleranti d’Europa, grazie anche a un mondo della moda innovativo ma funzionale, alle raffinate sistemazioni gay friendly e a un ricchissimo calendario di eventi è di certo la destinazione più accogliente del mondo per gli omosessuali.

 

2. Nuova Zelanda
Nel 1998 la Nuova Zelanda è stata la prima nazione ad adottare la definizione “gay/lesbian fiendly” per strutture ricettive ed esercizi commerciali, un’etichetta riconosciuta oggi in tutto il mondo. Il paese offre una fantastica rete di sistemazioni per gay e lesbiche distribuita su tutto il territorio nazionale.

La Gay ski Week, che fa parte del Winter Pride, è uno degli eventi più popolari del calendario LGBT; si svolge a Queenstrow a fine luglio o inizio agosto (www.gayskiweekqt.com)

 

3. Toronto, Canada
Toronto continua a essere una meta imprescindibile per i viaggiatori gay nel Nord America, e il Canada è sicuramente la nazione più avanzata di tutto il continente per la comunità LGBT. Il fulcro della cultura gay della città è il quartiere noto come The Village, ricco di gallerie d’arte, teatri e locali gay-friendly.

 

4. Palm Springs, Stati Uniti
Situata a circa 160 chilometri a sud-est di Los Angeles, Palm Springs è un paradiso per gli amanti del sole grazie al clima mite che mantiene quasi tutto l’anno. La città ha abbracciato il mondo LGBT e offre ai viaggiatori gay una gamma straordinaria di attività all’aperto, splendidi negozi, ristoranti e piscine.

Per gli uomini: uno dei resort “gay clothing optional” più longevi di Palm Springs è l’Escape Resort (www.escapepalmsprings.com) in stile anni ’50. Per le donne: Casita Laquita (www.casitaslaquita.com), in stile coloniale spagnolo.

 

5. Sitges, Spagna
La città costiera di Sitges si trova a circa 35 chilometri a sud-ovest di Barcellona e ospita la prima discoteca gay della Spagna, aperta negli anni ’80. Le sue spiagge, spesso clothing optional, la rendono molto popolare tra gli uomini gay, ma il suo eterogeneo calendario di eventi fa sì che ci sia sempre qualcosa di interessante per tutta la comunità LGBT.

 

6. Berlino, Germania.
Berlino può soddisfare ogni desiderio, anche il più sfrenato, e mette in risalto il carattere meno serioso e più alternativo della Germania. La città vanta una storia gay vivace ed eclettica che risale all’epoca d’oro degli anni ’20.

 

7. Skiathos e Mykonos, Grecia
L’isola di Mykonos, con le sue case imbiancate e i cortili pieni di fiori, è destinazione di omosessuali alla ricerca di glamour e sole. Per una vacanza meno festaiola, le spiagge di sabbia, le acque cristalline e le colline ammantate di pini di Skiathos offrono al viaggiatore LGBT un’esperienza tranquilla e autentica.

L’Elysium Hotel, un boutique hotel riserva ai gay, è il posto perfetto per gli edonisti diretti a Mykonos città (www.elysiumhotel.com)

 

8. New York, Stati Uniti
I moti di Stonewall, scoppiati nel 1969 al Greenwich Village, sono considerati l’atto di nascita del movimento di liberazione gay moderno di tutto il mondo.

 

9. Reykjavik, Islanda
Le leggi in vigore in Islanda sono inoltre tra le più progressiste al mondo. Nel 2006 alle coppie omosessuali sono stati assicurati gli stessi diritti di quelle eterosessuali. Questo paese è un paradiso per gli amanti dell’avventura: potrai camminare dietro alle cascate, scendere all’interno di vulcani inattivi, trascorrere una giornata in una piscina geotermica.

 

10. Montevideo, Uruguay
L’Uruguary, il paese più piccolo del Sud America, è anche il più progressista. Nel 2013 è stato il primo paese americano a legalizzare i matrimoni fra persone dello stesso sesso.

 

Ora non vi resta che partire..